a

Il Comitato I Malati Invisibili ONLUS è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Author: Alessia Massaccesi

Carcinoma uroteliale muscolo-invasivo ad alto rischio dopo la chirurgia radicale – Nuova conferma per nivolumab adiuvante

"I pazienti con carcinoma uroteliale muscolo-invasivo ad alto rischio dopo chirurgia radicale sottoposti a un trattamento adiuvante con l''anti-PD-1 nivolumab confermano di ottenere un miglioramento clinicamente significativo della sopravvivenza libera da malattia (DFS). Lo dimostrano i dati dell'ultimo follow-up dello studio di fase 3 CheckMate-274,...

Carcinoma uroteliale metastatico – Nei pazienti in terapia con pembrolizumab la comparsa di eventi avversi immuno-correlati è legata a una prognosi migliore

"Nei pazienti con carcinoma uroteliale metastatico in terapia con pembrolizumab, la comparsa di eventi avversi immuno-correlati potrebbe rappresentare un fattore prognostico di sopravvivenza più lunga. Lo indicano i risultati di un'analisi retrospettiva presentati in un poster all'ultimo congresso dell'American Urological Association (AUA) In pratica, in questa...

Tumore al polmone – “Lo screening è salvavita, entri nei Lea”

"Presentato a Milano il “Manifesto Italiano PolmoniAMO”. L’obiettivo è migliorare la sopravvivenza dei pazienti. Scagliotti, Direttore della Divisione di Oncologia Medica dell’Università di Torino: “I programmi di prevenzione secondaria permettono di aumentare le diagnosi in stadio precoce dall’attuale 25% al 60%”. Pastorino, Direttore della Chirurgia...

Malattie rare – Dermatomiosite, in alcuni pazienti lenabasum, Un agonista sperimentale del recettore dei cannabinoidi di tipo 2 (CB2), ha migliorato i sintomi cutanei

"Un agonista sperimentale del recettore dei cannabinoidi di tipo 2 (CB2), lenabasum, è stato associato a miglioramenti maggiori rispetto al placebo nei pazienti con dermatomiosite a predominanza cutanea, alcuni dei quali statisticamente significativi, in uno studio di fase II pubblicato sul Journal of Investigative Dermatology I...