Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Farmaci gastroprotettori – I gastroenterologi smentiscono la relazione con l’insorgenza di altre patologie

Farmaci tra i più diffusi ed essenziali per la cura integrata in svariate patologie, i gastroprotettori sono stati negli ultimi anni oggetto di campagne allarmanti come causa diretta dell’insorgere d’importanti patologie. A fronte di recenti studi che smentiscono tale correlazione, l’Associazione Italiana Gastroenteorologi ed Endoscopisti Ospedalieri (AIGO) intende fare chiarezza sull’utilizzo di questi farmaci, ribadendone l’importanza in numerosi disturbi dell’apparato digerente, scacciando timori e preconcetti e mettendo un punto fermo: no al fai-da-te!

I gastroprotettori sono farmaci largamente diffusi, essenziali nella terapia di svariate patologie a danno dell’apparato digerente, in grado “proteggere” lo stomaco, l’esofago e il duodeno attraverso la riduzione della secrezione acida gastrica e laddove, prescritti, sono necessari, da assumere senza timore alcuno.

In questa categoria di farmaci, gli inibitori della pompa protonica che agiscono bloccando la produzione di acido cloridrico nello stomaco per una lunga durata, sono sicuramente quelli più efficaci, ampiamente prescritti e utilizzati, soprattutto nella popolazione anziana per contenere la secrezione acida e le loro conseguenze a danno della mucosa gastrica, primo tra tutti il sanguinamento. Dai dati di Federfarma si evince che nel 2020 ne sono state vendute in Italia oltre 6 milioni di confezioni e la loro spesa sfiora complessivamente i 44 milioni di euro.

“Le malattie in cui l’acido gastrico svolge un ruolo importante comprendono le ulcere dello stomaco o del duodeno, l’infezione da Helicobacter pylori, la malattia da reflusso gastro-esofageo e le lesioni gastro-duodenali causate dai farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) spiega Angelo Zullo, vice presidente AIGO e Docente di Gastroenterologia Clinica presso la Scuola di Formazione per Medici di Medicina Generale di Roma…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Gastroprotettori collegati a insorgenza di altre patologie? I gastroenterologi fanno chiarezza e dicono di no, se usati bene”, PHARMASTAR

Tratto da: https://www.pharmastar.it/news//gastro/gastroprotettori-lassociazione-italiana-gastroenterologi-ed-endoscopisti-ospedalieri-fa-chiarezza-36715