Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Gotta – Triade di fattori ne raddoppia rischio

Obesità, ipertensione, uso di diuretici: questa la triade che sembra raddoppiare il rischio di gotta, stando ai risultati di una metanalisi britannica, recentemente pubblicata sulla rivista Arthritis Research & Therapy, che suggerisce la necessità di sottoporre ad attento monitoraggio i soggetti affetti dalle comorbilità sopra indicate o in trattamento farmacologico con diuretici

Razionale e disegno dello studio
La gotta rappresenta una condizione la cui prevalenza e incidenza sono date in continuo aumento.

Per quanto l’entità del rischio vari a seconda degli studi considerati, sia il BMI che l’ipertensione sono stati precedentemente identificati come fattori di rischio per l’incidenza di gotta in un numero ampio di studi epidemiologici.

Quanto ai diuretici, questi farmaci innalzano i livelli di acido urico e rappresentano, forse, la classe di farmaci meglio nota per la sua associazione con la gotta, anche se è stato proposta la tesi seconda la quale i risultati relativi al rischio osservato dipendano dalle comorbilità sopra indicate, piuttosto che dal solo impiego di diuretici.

Il trattamento della gotta è ancora oggi lungi dall’essere ottimale: pertanto, l’identificazione di popolazioni a rischio potrebbe fornire maggiori opportunità di successo per la prevenzione primaria.

Di qui la nuova metanalisi di studi di coorte, che si è proposta l’obiettivo di fare delle stime sul rischio di incidenza di gotta associato ad obesità, ipertensione e impiego di diuretici.

Disegno dello studio e risultati principali
E’ stata fatta, in primo luogo, un’analisi sistematica della letteratura, volta al reperimento degli studi di coorte, prospettici o retrospettivi, condotti su pazienti adulti, da utilizzare per la metanalisi successiva. Gli articoli identificati, individuati sui principali database bibliografici biomedici, dovevano esaminare, per essere inclusi nella successiva metanalisi, la presenza di obesità  (BMI 30 ≥ kg/m2), di ipertensione (autoriferita dai pazienti stessi, diagnosticata da un medico, o definita in base ai mmHg determinati in uno studio clinico, o il ricorso ai diuretici use e la loro associazione con l’incidenza di gotta, definita in base al primo evento registrato.

La ricerca sistematica di letteratura ha portato all’individuazione, su un totale di 6.137 pubblicazioni individuali, di 14 studi che soddisfacevano i criteri di inclusioni, 11 dei quali contenenti dati utilizzabili per la messa in pool ai fini dell’esecuzione della successiva metanalisi…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Gotta, una triade di fattori ne raddoppia il rischio”, PHARMASTAR

Tratto dahttps://www.pharmastar.it/news/orto-reuma/gotta-una-triade-di-fattori-ne-raddoppia-il-rischio-27516