Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Linfoma a cellule mantellari – E’ ora di ripensare trattamento terapeutico

Il linfoma a cellule mantellari, o linfoma mantellare, classico è stato a lungo trattato come una malattia uniformemente aggressiva che necessita di un trattamento altrettanto aggressivo, ma tale approccio potrebbe portare in alcuni casi a un sovratrattamento. A sostenerlo è Leonid L. Yavorkovsky, del Kaiser Permanente San Jose Medical Center, in California, in un editoriale da poco pubblicato su JAMA Oncology. 
Eloquente il titolo dell’articolo: “Linfoma mantellare – tempo di smantellare il trattamento”

“Il linfoma a cellule mantellari classico comprende un’ampia categoria di linfomi con comportamenti clinici altamente variabili. Attualmente, una categorizzazione del linfoma a cellule mantellari classico come entità prevalentemente aggressiva è fuorviante, poiché solo dal 20% al 25% dei pazienti con linfoma a cellule mantellari classico presenta una malattia sintomatica o aggressiva” scrive l’esperto nel suo commento su JAMA Oncology.

Inoltre, aggiunge l’autore, “è importante sottolineare che le percentuali di sopravvivenza nei pazienti con linfoma a cellule mantellari classico sono state sistematicamente sottovalutate, omettendo i pazienti con malattia in stadio iniziale (I/II), che non solo dimostrano una sopravvivenza superiore, ma costituiscono una frazione non irrilevante (15%) dei pazienti con linfoma a cellule mantellari classico”.

“Sembrerebbe ovvio che un’eterogeneità considerevole nel comportamento clinico dovrebbe avere un effetto sulla scelta del trattamento per il linfoma a cellule mantellari classico”, ma “il paradosso è che nonostante sia una malattia eccezionalmente diversa a vari livelli, tra cui l’istologia, le manifestazioni cliniche, il decorso, la prognosi e le anomalie genetiche e molecolari, quando si tratta di decidere il trattamento, il linfoma a cellule mantellari classico è percepito come un’entità unica biologicamente” prosegue Yavorkovsky.

“La domanda più pressante relativa alla gestione del linfoma a cellule mantellari classico è se un trattamento intensivo ‘a ombrello’ sia giustificato per ogni paziente che può sopportarlo” sottolinea l’editorialista…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Linfoma a cellule mantellari, è ora di ripensare il trattamento”, PHARMASTAR

Tratto dahttps://www.pharmastar.it/news/oncoemato/linfoma-a-cellule-mantellari-ora-di-ripensare-il-trattamento-26420