Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Artrite psoriasica – Nuove conferme di efficacia per ixekizumab

“A distanza di quasi un anno dalla pubblicazione dei risultati del trial di fase III SPIRIT-P1 (1) che aveva dimostrato come, in pazienti con artrite psoriasica (PsA) attiva, naive ai farmaci biologici, il trattamento con ixekizumab fosse in grado di determinare miglioramenti dell’attività di malattia e della funzione fisica, nonché all’inibizione della progressione di danno strutturale, sono stati pubblicati i risultati di un secondo trial di Fase III, SPIRIT-P2, che dimostrano come l’inibitore selettivo di IL-17A sia in grado di migliorare i segni e i sintomi di PsA attiva anche nei pazienti con risposta insoddisfacente ai farmaci anti-TNF

I risultati dello studio SPIRIT-P2, pubblicato su Annals of the Rheumatic Diseases (2) e presentato nel corso del recente congresso EULAR di Madrid, insieme al trial precedente, sono promettenti in quanto suggeriscono come ixekizumab rappresenti un trattamento alternativo della PsA, la cui efficacia è indipendente dall’assenza di trattamento pregresso ai farmaci biologici o da risposta inadeguata a questi ultimi (farmaci anti-TNF nello specifico).

Cosa è ixekizumab?
Frutto della ricerca Lilly, la molecola in questione è un anticorpo monoclonale IgG-4 che fa parte di una pattuglia di nuovi farmaci biologici che hanno come target l’IL-17A e che si affiancheranno agli attuali anti TNF ampiamente usati per la terapia delle patologia su base immunologica.

IL17-A è una citochina che promuove sia l’infiammazione che il danno articolare stimolando l’attivazione e il traffico delle cellule immunitarie, inducendo citochine e chemochine pro-infiammatorie. In questo modo, IL17-A agisce da agente chemiotattico di neutrofili e monociti e stimola il rilascio di metalloproteasi di matrice  e di RANKL, che contribuiscono alla distruzione della cartilagine e dell’osso.
Lo scorso anno, la Commissione europea ha approvato ixekizumab per la terapia della psoriasi, sulla base dei risultati del programma di sviluppo clinico UNCOVER, recentemente pubblicati su NEJM.

Se i dati di questo trial di Fase III saranno confermati, ixekizumab diventerà, a breve, all’interno della area UE, il secondo farmaco anti IL-17 ad avere indicazioni anche nella PsA.

Qual è stato il disegno dello studio?
Lo studio SPIRIT-P2 è uno studio randomizzato e controllato, in doppio cieco e multicentrico, che è stato condotto in 109 centri dislocati in Asia, Australia, Europa e USA.
Lo studio ha reclutato 363 pazienti con PsA e risposta insoddisfacente ai farmaci anti-TNF per ragioni di tollerabilità o di risposta insoddisfacente a questi farmaci…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Artrite psoriasica, dal SPIRIT-P2 nuove conferme di efficacia per ixekizumab”, PHARMASTAR

Tratto dahttps://www.pharmastar.it/news/orto-reuma/artrite-psoriasica-dal-spirit-p2-nuove-conferme-di-efficacia-per-ixekizumab-24497