Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Tumori rari – Mieloma multiplo, identificati quattro marcatori predittivi di risposta al trattamento con le cellule CAR-T idecabtagene vicleucel

Analizzando i dati dello studio registrativo KarMMa, i ricercatori hanno identificato quattro marcatori predittivi di risposta al trattamento con le cellule CAR-T idecabtagene vicleucel (ide-cel) nei pazienti con mieloma multiplo: la presenza di catene pesanti di tipo IgG (gamma), livelli elevati della forma solubile dell’antigene di maturazione delle cellule B (sBCMA), un aumento del PT-INR e un alto numero di copie del vettore nel prodotto. I risultati dell’analisi sono stati presentati da poco al Transplantation & Cellular Therapy Meetings da Nina Shah dell’Università della California di San Francisco (UCSF)

In particolare, la Shah e i colleghi hanno concluso livelli elevati di sBCMA, la presenza di catene pesanti IgG rispetto a catene di altro tipo (OR 0,100; P < 0,0001), e un tempo di protrombina elevato (PT-INR) (OR 0,005; P = 0,0365) sono predittori negativi di risposta completa (CR) o CR stringente (sCR), mentre un numero elevato di copie del vettore nel prodotto rappresenta un predittore positivo (OR 1,486; P = 0,0168).

Lo studio KarMMa
Nello studio KarMMa (NCT03361748), un trial di fase 2 che ha permesso l’approvazione nel 2021 di ide-cel per il trattamento pazienti con mieloma multiplo recidivante/refrattario, un singola infusione di queste CAR-T si è dimostrata in grado di indurre risposte profonde. Dei 140 pazienti arruolati, il 26% ha raggiunto la negatività della malattia minima residua (MRD) e il 79% dei pazienti che hanno ottenuto una CR o migliore è risultato anche MRD-negativo.

La sopravvivenza libera da progressione (PFS) mediana è risultata complessivamente di 8,8 mesi (IC al 95% 5,6-11,6), ma nei pazienti che hanno ottenuto una CR o una CRs, è risultata superiore, e pari a 20,2 mesi (IC al 95% 12,3-NE). I dati sulla sopravvivenza globale (OS) non sono ancora immaturi, ma l’OS mediana è risultata di 19,4 mesi (IC al 95% 18,2-NE) e il tasso di OS a 12 mesi pari al 78%…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Mieloma multiplo, identificati quattro fattori predittivi di risposta alle CAR-T ide-cel1”, PHARMASTAR

Tratto da: https://www.pharmastar.it/news//oncoemato/mieloma-multiplo-identificati-quattro-fattori-predittivi-di-risposta-alle-car-t-ide-cel1-38178/