Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Cancro al polmone non a piccole cellule in stadio iniziale – Atezolizumab aumenta la sopravvivenza libera da malattia

Nel tumore del polmone non a piccole cellule in stadio iniziale, resecato, il trattamento adiuvante con l’anti-PD-L1 atezolizumab estende significativamente la sopravvivenza libera da malattia (DFS) rispetto al miglior trattamento di supporto, dopo la chemioterapia adiuvante. Lo dimostrano i primi risultati dello studio di fase 3 IMpower010 presentati al meeting annuale dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO)

In particolare, nei pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule in stadio II-IIIA PD-L1-positivi (con livelli di PD-L1 pari all’1% o superiori), atezolizumab ha ridotto il rischio di recidiva o di morte del 34% rispetto alla migliore cura di supporto.

I risultati di questo studio aprono una nuova strada per i pazienti con malattia in stadio iniziale che vedono ritardare ancora di più l’insorgenza di recidive.

«Anche se la chirurgia può essere curativa in alcuni pazienti con cancro al polmone in stadio iniziale, la recidiva della malattia è ancora molto comune. Prima di questo studio, l’unico trattamento conosciuto in grado di aiutare la maggior parte di questi pazienti a ridurre tale rischio era la chemioterapia (oppure l’inibitore tirosin-chinasico osimertinib per il piccolo gruppo di pazienti affetti da tumori con mutazioni del gene EGFR)» ha affermato l’autrice principale del trial Heather Wakelee, dello Stanford University Medical Center. «Questi dati dimostrano che nei pazienti che hanno un tumore che esprime il biomarcatore PD-L1, la medicina personalizzata con atezolizumab può ridurre la possibilità che il tumore si ripresenti dopo l’intervento chirurgico».

«Per la prima volta, stiamo osservando l’efficacia di un immunoterapico utilizzato per trattare il cancro al polmone in stadio iniziale…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Tumore del polmone non a piccole cellule in stadio iniziale resecato, atezolizumab in adiuvante aumenta la sopravvivenza libera da malattia. #ASCO2021”, PHARMASTAR

Tratto da: https://www.pharmastar.it/news//oncoemato/tumore-del-polmone-non-a-piccole-cellule-in-stadio-iniziale-resecato-atezolizumab-in-adiuvante-aumenta-la-sopravvivenza-libera-da-malattia-asco2021-36003