Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Reflusso gastro-esofageo incontrollato – Nuova molecola “IW-3718” fornisce buoni risultati

I risultati di un trial di fase IIb hanno evidenziato che una nuova formulazione di un farmaco sequestrante gli acidi biliari, che per ora in sigla è indicata come IW-3718, ha significativamente ridotto la gravità del bruciore di stomaco in pazienti con malattia da reflusso gastroesofageo incontrollato (GERD)

Il GERD non controllato è una condizione cronica che colpisce circa 10 milioni di americani che continuano a soffrire di sintomi come bruciore di stomaco e rigurgito nonostante il trattamento con i PPI, lo standard attuale di cure, per sopprimere l’acido prodotto nello stomaco.

La ricerca ha dimostrato che il reflusso della bile dall’intestino nello stomaco e nell’esofago svolge un ruolo fondamentale nei sintomi in corso di GERD non controllato. IW-3718 è una nuova formulazione di un farmaco sequestrante gli acidi biliari, progettato per essere rilasciato nello stomaco per un lungo periodo di tempo, in modo da legarsi alla bile che refluisce nello stomaco. Il farmaco in tal modo fornire sollievo sintomatico nel GERD non controllato.

In questo studio, IW-3718 ha determinato una riduzione clinicamente significativa della gravità del bruciore di stomaco in più del 50% dei pazienti trattati per due volte al giorno alla dose di 1.500 mg orali e un inibitore della pompa protonica (PPI).
Ironwood Pharmaceuticals, azienda che si occupa dello sviluppo di tale molecola, prevede di anticipare lo sviluppo della fase 3 nel 2018…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Reflusso gastro-esofageo incontrollato, buoni risultati da una nuova molecola”, PHARMASTAR

Tratto dahttps://www.pharmastar.it/news/gastro/reflusso-gastro-esofageo-incontrollato-buoni-risultati-da-una-nuova-molecola-24648