a

Il Comitato I Malati Invisibili ONLUS è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Carcinoma mammario metastatico HER2+/HER2-low – Trastuzumab deruxtecan-immunoterapia risulta promettente

Nelle pazienti con tumore della mammella metastatico che esprime HER2 (HER2-positivo o HER2-low), il coniugato anticorpo-farmaco (ADC) trastuzumab deruxtecan, combinato con l’inibitore dei checkpoint immunitari nivolumab, ha un’attività antitumorale promettente e coerente con quella già evidenziata in studi precedenti, con un profilo di sicurezza accettabile. È quanto emerge da un’analisi ad interim di uno studio di fase 1b presentata di recente al San Antonio Breast Cancer Symposium (SABCS)

I risultati preliminari indicano che la combinazione dei due farmaci (trastuzumab deruxtecan 5,4 mg/kg più nivolumab 360 mg, ogni 3 settimane) è risultata ben tollerata nella popolazione dello studio, fornendo la prima dimostrazione che trastuzumab deruxtecan può essere combinato tranquillamente con un agente immunoterapico a dosi terapeutiche per entrambi gli agenti, e con un trattamento di durata significativa.

Inoltre, i primi dati di efficacia mostrano che nel gruppo di pazienti HER2-positive, circa sei su 10 hanno risposto al trattamento con la combinazione e la risposta sembra essere duratura, in quanto la mediana della durata della risposta finora non è stata raggiunta.

«Via via che il carcinoma mammario HER2-positivo metastatico continua a progredire e si sono esaurite diverse linee di terapia anti-HER2, bisogna prendere in considerazione di valutare una combinazione di farmaci con diversi meccanismi di azione», ha affermato la prima firmataria dello studio, Erika Hamilton, a capo del Breast Cancer and Gynecologic Cancer Research Program del Sarah Cannon Research Institute di Nashville (Tennessee). «Questi dati preliminari forniscono un segnale promettente che trastuzumab deruxtecan, un coniugato anticorpo-farmaco diretto contro HER2, può essere combinato con nivolumab, un inibitore dei checkpoint immunitari. Servono ora un follow-up più lungo e ulteriori studi per stabilire se l’aggiunta dell’immunoterapia a trastuzumab deruxtecan per il trattamento del carcinoma mammario metastatico HER2-positivo o HER2-low possa fornire ulteriori benefici clinici rispetto alla sola somministrazione di trastuzumab deruxtecan».

«I tassi di risposta ottenuti con la combinazione trastuzumab-deruxtecan più nivolumab sono di tutto rispetto in una popolazione come quella arruolata in questo studio, formata da pazienti fortemente pretrattate, anche se non superiori a quelli osservati quando trastuzumab deruxtecan è stato utilizzato in monoterapia. Tuttavia, i confronti fra trial diversi sono sempre insidiosi e ci vorrà uno studio di fase 2 per stabilire se la combinazione di questo ADC con l’immunoterapia meriti o meno di essere portata ulteriormente avanti nello sviluppo» ha commentato ai nostri microfoni Claudio Zamagni, Direttore della SSD Oncologia Medica Addarii dell’IRCCS S. Orsola Azienda Ospedaliera Universitaria di Bologna…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Carcinoma mammario metastatico HER2+/HER2-low, promettente la combinazione trastuzumab deruxtecan-immunoterapia. #SABCS20”, PHARMASTAR

Tratto da: https://www.pharmastar.it/news//oncoemato/carcinoma-mammario-metastatico-her2-her2-low-promettente-la-combinazione-trastuzumab-deruxtecan-immunoterapia-sabcs20-34331