Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Sclerosi multipla – I pazienti trattati con ofatumumab non mostrano forme severe se affetti da Covid-19

I pazienti con sclerosi multipla (SM) trattati con ofatumumab nello studio di estensione in aperto ALITHIOS hanno avuto casi non gravi di COVID-19 e si sono ripresi relativamente rapidamente. Il dato è stato riferito alla riunione del Consortium of Multiple Sclerosis Centers del 2021

Più in dettaglio, dei 139 pazienti con SM recidivante-remittente con COVID-19 inclusi nello studio, il 94% ha avuto casi lievi o moderati e il 96% è guarito entro 20 giorni, ha spiegato Anne Cross, della Washington University di St. Louis.

Dieci persone sono state ricoverate in ospedale e una persona è deceduta. Non c’erano prove che l’incidenza di COVID-19 o gli esiti gravi fossero più alti nelle persone trattate con ofatumumab rispetto alla popolazione generale o ad altri pazienti con SM, ha specificato Cross.

Studio di sorveglianza post-marketing
Ofatumumab, un farmaco anti-CD20, è stato approvato dalla FDA nell’agosto 2020 per i pazienti adulti con SM con sindrome clinicamente isolata, malattia recidivante-remittente e malattia secondariamente progressiva attiva. Come ocrelizumab – che è stato approvato nel 2017 dalla FDA e nel 2018 dall’EMA e dall’AIFA per la SM recidivante e progressiva primaria – ofatumumab provoca l’esaurimento delle cellule B…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Sclerosi multipla, se affetti da COVID i pazienti trattati con ofatumumab non mostrano forme severe”, PHARMASTAR

Tratto da: https://www.pharmastar.it/news//neuro/sclerosi-multipla-se-affetti-da-covid-i-pazienti-trattati-con-ofatumumab-non-mostrano-forme-severe-36986