a

Il Comitato I Malati Invisibili ONLUS è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Sindrome dell’intestino irritabile (IBS) – Eventuali comorbidità psicologiche possono aggravarne la prognosi

Uno studio statunitense ha osservato che le persone che soffrono di sindrome dell’intestino irritabile spesso presentano comorbilità psicologiche che possono influire negativamente sulla gravità dei sintomi e sulla gestione della patologia

08 LUG – (Reuters Health) – I soggetti con sindrome dell’intestino irritabile (IBS) spesso hanno come comorbilità problemi psicologici, che potrebbero influire sulla gravità dei sintomi.

La IBS è un comune disturbo gastrointestinale funzionale che affligge tra il 5% e il 10% della popolazione mondiale, osservano Alexander Ford e colleghi, della Leeds Gastroenterology Unit del St. James University Hospital, sull’American Journal of Gastroenterology.

La patofisiologia del disturbo rimane non pienamente compresa ma vi sono evidenze del coinvolgimento di una comunicazione disturbata tra l’intestino e il cervello, tanto che ora – segnalano i ricercatori – la IBS è considerata un disturbo dell’interazione intestino-cervello, segnalano gli studiosi…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Sindrome dell’intestino irritabile, i problemi psicologici possono peggiorare la prognosi”, Quotidiano sanità

Tratto da: http://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=97065