Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Rinosinusite cronica – Se associata a polipi nasali e comorbilità asmatica, dupilumab risulta efficace sulla funzione polmonare

Il trattamento a cadenza quindicinale con dupilumab 300 mg determina miglioramenti significativi della funzione polmonare a partire dalla 16esima settimana di trattamento e fino a 24 settimane in pazienti affetti da rinosinusite cronica associata polipi nasali e comorbilità asmatica, con l’aggiunta di alcune caratteristiche cliniche di Bpco. E’ quanto sembrano suggerire i risultati di uno studio, presentato come abstract al congresso annuale dell’American Thoracic Society, tenutosi virtualmente all’inizio di questo mese causa Covid-19

Razionale e disegno dello studio
Gli studi di fase 3 SINUS-24 e SINUS-52 hanno già documentato come il trattamento add-on con dupilumab determini miglioramenti significativi di alcune misure di outcome in pazienti con rinosinusite cronica severa come pure in pazienti affetti da questa condizione aggravata da comorbilità asmatica, non controllata con lo standard of care.

Mancavano ancora, invece, fino ad oggi, i dati sull’effetto di questo farmaco in pazienti con rinosinusite cronica associata a polipi nasali e asma con l’aggiunta di alcune caratteristiche cliniche associate alla Bpco (storia di tabagismo e ostruzione delle vie aeree respiratorie).

A colmare il gap ci ha pensato questa nuova analisi presentata al congresso, nel corso della quale i ricercatori hanno osservato le variazioni di funzione polmonare al compimento delle prime 24 o 52 settimane di trattamento nei due trial SINUS succitati.

I pazienti dei due trial in questione erano stati randomizzati al trattamento con placebo o con 300 mg di dupilumab a cadenza quindicinale per un totale di 24 o 52 settimane.

I pazienti erano considerati portatori di alcune caratteristiche cliniche di Bpco se:
– Avevano un rapporto FEV1/FVC<0,70 post-broncodilatazione e una storia di tabagismo
– Presentavano una storia pregressa di Bpco
– Presentavano una storia pregressa di asma e di consumo di più di 10 pacchetti di sigarette/anno
– Erano stati sottoposti a trattamento con LABA/LAMA (in presenza/assenza di ICS) e presentavano una storia pregressa di consumo di più di 10 pacchetti di sigarette/anno

Risultati
L’analisi ha preso in considerazione 258 pazienti con asma e 49 pazienti portatori di alcune caratteristiche cliniche di Bpco trattati con dupilumab, e 170 pazienti asmatici e 40 pazienti portatori di alcune caratteristiche cliniche di Bpco trattati con placebo…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Rinosinusite cronica associata a polipi nasali e comorbilità asmatica, dupilumab migliora funzione polmonare #ATS20”, PHARMASTAR

Tratto da: https://www.pharmastar.it/news//pneumo/rinosinusite-cronica-associata-a-polipi-nasali-e-comorbilit-asmatica-dupilumab-migliora-funzione-polmonare-ats20-33112