Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Malattie neurologiche – Sistema immunitario del cervello, ha strategie di difesa differenti se del maschio o della femmina

Il sistema immunitario del cervello ha un comportamento diverso nei due sessi. Nei maschi le cellule che lo compongono sono più numerose, più attive e più aggressive, mentre quelle delle femmine attivano maggiormente geni e proteine che hanno una funzione di riparazione dei danni. La scoperta potrebbe avere ricadute per lo sviluppo di terapie differenziate nelle malattie neurologiche

Le cellule immunitarie cerebrali – dette cellule della microglia – di maschi e femmine si comportano in modo molto diverso. Nei maschi sono sempre all’erta, pronte a intervenire di fronte a qualsiasi indizio di possibile aggressione esterna al cervello, in compenso la microglia delle femmine, meno estesa e leggermente più lenta, riesce a esercitare un ruolo maggiormente protettivo nei confronti dei possibili danni alle cellule cerebrali.

La scoperta – opera di un gruppo di ricercatori del Max Delbrück Center per la medicina molecolare a Berlino e del locale ospedale universitario Charité e pubblicata su “Cell Reports” – indica la necessità di approfondire gli studi sulle differenze di genere nelle terapie per malattie e lesioni cerebrali, dato che il cervello di maschi e femmine potrebbe rispondere in modo molto diverso a uno stesso farmaco.

In una serie di esperimenti sui topi, Susanne A. Wolf e colleghi hanno prima osservato che nel cervello degli esemplari maschi le cellule della microglia sono più numerose e hanno un corpo cellulare di maggiori dimensioni. In particolare, negli esemplari adulti la differenza è particolarmente marcata nell’ippocampo, nella corteccia e nell’amigdala, mentre è minima o nulla nello striato e nel cervelletto.

Successivamente, tracciando il profilo di espressione dei geni in queste cellule, hanno scoperto una differenza ancora più rilevante: più di 1000 geni e 300-400 proteine sono infatti regolati in modo diverso a seconda del sesso. “La microglia degli animali maschi – dice Wolf – sembra essere sempre sul chi va là, pronta a intervenire rilasciando proteine pro-infiammatorie, di attivazione delle cellule T e di attivazione dell’apoptosi”, il processo di morte programmata che può essere innescato quando una cellula è molto danneggiata.

Nelle cellule della microglia femminile sono invece più attivi i geni e le proteine responsabili della protezione delle cellule, come la riparazione del DNA…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Strategie di difesa differenti nel cervello di maschi e femmine”, Le Scienze

Tratto dahttp://www.lescienze.it/news/2018/09/05/news/differenze_microglia_immunita_maschi_femmine-4096007/