Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Costruzione di biobanche che possono modificare il decorso di malattie incurabili

Uno studio pubblicato in Journal of Translational Science passa in rassegna le tendenze della ricerca nel campo delle malattie rare. In Giappone le malattie rare sono conosciute come ″malattie incurabili secondo la definizione INAMBYO″, che comprende circa 330 malattie rare. Gli autori si soffermano sulla necessità di supportare la creazione di biobanche più efficaci che raccolgano informazioni e campioni biologici di malattie rare incurabili per migliorare la ricerca. Gli autori hanno utilizzato PubMed, Orphanet, KEGG disease, l’Organizzazione Nazionale per le Malattie Rare e altri strumenti per individuare i tipi di campioni biologici più utilizzati (nel periodo 1954 – 2017) per la ricerca sulle malattie incurabili rare in Giappone. Hanno scoperto che sono sei i tipi di campioni utilizzati con maggiore frequenza nella ricerca sulle malattie incurabili: cellule, tessuti, siero, DNA, RNA e plasma. Secondo gli autori, i risultati di questo studio possono essere utili per discutere dei tipi di campioni che le biobanche potrebbero/dovrebbero raccogliere per la loro utilità alla ricerca. Inoltre, gli autori ritengono che questi dati forniscano informazioni utili alle aziende farmaceutiche e ai ricercatori medici per sviluppare nuove terapie per queste malattie. Intendono allargare lo studio alle malattie rare presenti nella nomenclatura di Orphanet.

Fonte: orphaNews Italia

Tratto dahttp://italia.orphanews.org/newsletter-it/political/nl/id-05-03-2018.html