Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Prevenzione emicrania – Lomerizina efficace anche per aumentato flusso ematico cerebrale interictale

Uno studio pubblicato online sul “Journal of Stroke and Cerebrovascular Diseases” dimostra- in pazienti emicranici dopo trattamento con lomerizina – un aumento significativo del flusso ematico cerebrale regionale (rCBF) interictale. La sovraregolazione dell’rCBF, secondo gli autori, potrebbe contribuire al meccanismo di prevenzione antiemicranica della lomerizina

«La terapia preventiva dell’emicrania è cruciale per chi soffre di cefalea frequente e grave» ricordano gli autori, coordinati da Ken Ikeda, del Dipartimento di Neurologia del Toho University Omori Medical Center di Tokyo (Giappone).

Le caratteristiche e gli effetti del calcio-antagonista
«La lomerizina (1- [bis (4-fluorofenil)metil]-4-(2,3,4-trimetossi-benzil)-piperazina dicloridrato) è un calcio-antagonista che agisce sui canali voltaggio-dipendenti sia di tipo L sia di tipo T» spiegano. «È stata utilizzata per la profilassi dell’emicrania dal 1999 solo in Giappone».

«Tale farmaco è attualmente quello più popolare perché la frequenza degli effetti avversi è bassa» spiegano Ikeda e colleghi. «Questo calcio-antagonista ha avuto lievi effetti di abbassamento della pressione arteriosa (BP) e non ha determinato effetti avversi gravi, inclusi sintomi extrapiramidali. In generale, l’efficacia della lomerizina è stata stimata in più del 50%».

Molti studi pregressi sulla circolazione cerebrale hanno suggerito cambiamenti del flusso ematico cerebrale (CBF) negli emicranici durante un prodromo, un’aura o un attacco di mal di testa. «Tuttavia» rilevano i ricercatori «poco è noto su come i farmaci per la prevenzione dell’emicrania possano influenzare il flusso ematico cerebrale regionale (rCBF)».

«Abbiamo precedentemente descritto che il trattamento con lomerizina aumentava l’rCBF in un paziente anziano emicranico» affermano Ikeda e colleghi. «Ora abbiamo voluto esaminare i cambiamenti dell’rCBF mediante tomografia a emissione di fotone singolo (SPECT) dopo il trattamento con lomerizina in pazienti con emicrania con aura (MA) e senza aura (MO)»…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Prevenzione dell’emicrania, lomerizina efficace anche per aumentato flusso ematico cerebrale interictale”, PHARMASTAR

Tratto da: https://www.pharmastar.it/news/neuro/prevenzione-dellemicrania-lomerizina-efficace-anche-per-aumentato-flusso-ematico-cerebrale-interictale–25571