Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Inibitori di pompa protonica – Se assunti a lungo raddoppiano rischio di cancro dello stomaco in soggetti eradicati per Helicobacter pylori

Il nuovo allarme viene da uno studio di popolazione condotto ad Hong Kong. Si tratta di un’analisi osservazionale, non in grado di provare un rapporto di causa-effetto, dalla quale emerge tuttavia una chiara relazione dose-risposta e tempo-risposta. Nei soggetti sottoposti ad eradicazione per Helicobacter pylori che proseguivano i PPI per oltre un anno, il rischio di cancro dello stomaco era più che raddoppiato; in quelli che superano i tre anni di PPI, ad eradicazione avvenuta, il rischio aumentava di 8 volte

Un uso prolungato di inibitori di pompa protonica (PPI) nei soggetti sottoposti ad eradicazione per infezioen da Helicobacter pylori (HP) sembra raddoppiare il rischio di cancro dello stomaco. E’ quanto emerge da uno studio appena pubblicato su Gut  che si va ad aggiungere alla lista nera degli effetti di una terapia in cronico, spesso fuori indicazione, degli inibitori di pompa.

E’ noto da tempo che l’impiego di questi farmaci per lunghi periodi determina un peggioramento dell’atrofia gastrica, soprattutto tra i pazienti con infezione da Helicobacter pylori.
Ka Shing Cheungdell’Università di Hong Kong e colleghi sono andati ad analizzare un database sanitario di Hong Kong, individuando così i pazienti adulti ai quali era stata prescritta la triplice terapia eradicante a base di claritromicina per HP tra il 2003 e il 2012; i soggetti che fallivano l’eradicazione, quelli ai quali veniva diagnosticata una neoplasia dello stomaco entro un anno dalla terapia contro l’HP e quelli con ulcera gastrica sono stati esclusi dall’analisi. Analogamente sono stati esclusi tutti i pazienti ai quali erano stati prescritti PPI o H2RA (H2 antagonisti) entro 6 mesi dalla diagnosi di neoplasia dello stomaco.

Al termine di questa ‘scrematura’ restavano circa 64 mila soggetti in trattamento con PPI, eleggibili per la valutazione del rischio di sviluppare una neoplasia dello stomaco.
Il follow up medio di questa coorte di pazienti è durato fino a 7,6 anni e i risultati dimostrano che l’impiego di PPI risulta associato ad un rischio più che raddoppiato di sviluppare un cancro dello stomaco (HR 2.44); rischio assente per i soggetti in terapia con H2 antagonisti…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Inibitori di pompa protonica: se presi a lungo raddoppiano il rischio di cancro dello stomaco nei soggetti eradicati per Helicobacter pylori“, Quotidiano sanità

Tratto dahttp://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=55406