Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Artrite reumatoide non rispondente ai DMARDs – Buoni risultati in fase 3 per upadacitinib

I pazienti che non rispondono o sono intolleranti ai farmaci anti-reumatici biologici che modificano la malattia (DMARDs / bDMARDs) è stato possibile raggiungere la remissione clinica entro le 12 e 24 settimane grazie al trattamento con upadacitinib, inibitore selettivo di Janus kinese. I risultati, annunciati dall’azienda che si occupa dello sviluppo del farmaco AbbVie, derivano da uno studio clinico di fase 3 che ha valutato l’upadacitinib in pazienti con artrite reumatoide moderata o grave

L’artrite reumatoide colpisce circa 23,7 milioni di persone. Malgrado il progresso del trattamento, molti pazienti non raggiungono gli obiettivi della remissione o della bassa attività di malattia (LDA).

Upadacitinib, un inibitore selettivo selettivo JAK1, ha un ruolo nella patofisiologia dell’artrite reumatoide e di altri disturbi infiammatori mediati dal sistema immunitario. Come terapia è stata studiata con dosaggio di una volta al giorno in caso di artrite reumatoide nel programma SELECT e in molteplici patologie immunitarie mediate come l’artrite psoriasica, la malattia di Crohn, la colite ulcerosa, la spondilite anchilosante e la dermatite atopica.

L’azienda ha diffuso un comunicato secondo il quale le dosi di upadacitinib (ABT-494) pari a 15 mg e 30 mg una volta al giorno hanno permesso il raggiungimento degli endpoint primari di ACR20 e la bassa attività della malattia a 12 settimane. Sono stati raggiunti anche endpoint secondari con entrambe le dosi.

Upadacitinib non è ancora approvato dalle autorità di regolamentazione e la sua sicurezza e efficacia non sono state stabilite.
Nello studio di fase 3, il profilo di sicurezza di upadacitinib è stato coerente con i precedenti studi di fase 2 e la sperimentazione clinica di fase 3 SELECT-NEXT riportata a giugno…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Artrite reumatoide non rispondente ai DMARDs, buoni risultati in fase 3 per upadacitinib”, PHARMASTAR

Tratto dahttps://www.pharmastar.it/news/orto-reuma/artrite-reumatoide-non-rispondente-ai-dmards-buoni-risultati-in-fase-3-per-upadacitinib-24792