Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Sclerosi multipla secondariamente progressiva (SPMS) – Simvastatina mostra benefici su funzione del lobo frontale e HRQoL

“La simvastatina ad alto dosaggio, somministrata a pazienti con sclerosi multipla secondariamente progressiva (SPMS), mostra evidenze di un effetto positivo sulla funzione del lobo frontale e su misure fisiche della qualità di vita. Sono i principali risultati – pubblicati su “Lancet Neurology” – di un’analisi secondaria del trial MS-STAT

«La disfunzione cognitiva nella sclerosi multipla (SM) può verificarsi dalle prime fasi della malattia e la sua prevalenza può superare l’80% in alcuni studi di SPMS» premettono gli autori, coordinati da Jeremy Chataway, Queen Square Multiple Sclerosis Centre, Department of Neuroinflammation, UCL Institute of Neurology, dell’University College di Londra (UK).

Il deterioramento cognitivo nella sclerosi multipla
«I domini cognitivi più frequentemente affetti da SM sono la velocità di elaborazione delle informazioni, l’attenzione, la memoria episodica e la funzione esecutiva. L’effetto della disfunzione cognitiva nella SM sulla funzione quotidiana può essere sostanziale e maggiore dell’effetto della disabilità fisica su misure di qualità di vita (QoL) quali indipendenza, inclusione sociale e umore» proseguono.

«Rispetto alla popolazione generale, la qualità della vita correlata alla salute (HRQoL) è ridotta nei pazienti con SM, in particolare nei pazienti con malattia progressiva» specificano, e «il declino si riferisce prevalentemente a problemi che interessano lo stato fisico».

MS-STAT è stato un trial di fase 2 condotto con simvastatina ad alta dose (80 mg) in pazienti con SPMS. «È stata osservata una significativa riduzione del 43% del tasso annuo dell’intera atrofia cerebrale (esito primario), con ulteriori effetti positivi sulle misure di esito riportate dal medico e dal paziente, vale a dire la Extended Disability Status Scale (EDSS) e la Multiple Sclerosis Impact Scale-29 (MSIS-29v2).

Un’analisi secondaria prepianificata del trial MS-STAT
Lo studio MS-STAT ha incluso un’analisi secondaria prepianificata di misure di outcome cognitive e neuropsichiatriche insieme a HRQoL, i cui risultati sono presentati qui. «Queste analisi secondarie» sottolineano gli autori «sono state progettate per ottenere un’implementazione longitudinale dettagliata su compromissione cognitiva, sintomi neuropsichiatrici e HRQoL, nonché per identificare un effetto dell’intervento di simvastatina nei pazienti con SPMS»….”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “SM secondariamente progressiva, da simvastatina benefici su funzione del lobo frontale e HRQoL”, PHARMASTAR

Tratto dahttps://www.pharmastar.it/news/neuro/sm-secondariamente-progressiva-da-simvastatina-benefici-su-funzione-del-lobo-frontale-e-hrqol-24578