Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Rapporto tecnico UNI TR 11662 – Endoscopia, deve essere corretto reprocessing per sicurezza paziente

“Pulizia, disinfezione e sterilizzazione prima dell’utilizzo sono passaggi fondamentali per la sicurezza degli endoscopi: procedure inaccurate possono provocare la diffusione di patogeni letali. Il rapporto tecnico UNI TR 11662 definisce gli standard qualitativi necessari per un corretto processo di ricondizionamento dei dispositivi medici

Dalla pre-detersione alla prova di tenuta dell’endoscopio, sono tante le pratiche da seguire per la sicurezza dei pazienti. L’inadeguata osservanza delle procedure di reprocessing degli strumenti contaminati può infatti provocare la diffusione di patogeni anche letali per alcuni soggetti. Per contribuire ad incrementare gli standard di sicurezza per il paziente, il rapporto tecnico UNI TR 11662 (ANOTE/ANIGEA) fornisce una linea guida sul tema agli operatori del settore. Un documento che si rivela particolarmente utile alla luce dell’emanazione della Legge 8 marzo 2017 n. 24 – Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie che affronta tematiche che spaziano dal rischio clinico legato al reprocessing alla responsabilità medico-legale dell’operatore sanitario.

La disinfezione è un aspetto ancora più delicato e rilevante nel caso di alcuni dispositivi medici particolarmente sofisticati, come gli endoscopi. Si tratta infatti di strumenti complessi, formati da lumi lunghi e stretti con meccanismi di controllo avanzati e proprio per questo più difficili da pulire e disinfettare in vista dell’uso successivo. “Il rapporto UNI aumenta la sicurezza del paziente e consente di ridurre i rischi di infezioni correlate all’assistenza – spiega Cinzia Rivara, presidente Anote Anigea, Associazione Nazionale degli Infermieri Operatori Tecniche Endoscopiche – Il rapporto tecnico affronta una serie di punti fondamentali: dalla pre-detersione alla prova di tenuta dell’endoscopio. Uno dei punti più critici, è il lavaggio manuale ed è fondamentale la tracciabilità di tutto il percorso fino allo stoccaggio e al rilascio”…”
Per continuare a leggere la news originale.

Fonte: “Endoscopia. Un corretto reprocessing per la sicurezza del paziente”, Quotidiano sanità

Tratto dahttp://www.quotidianosanita.it/scienza-e-farmaci/articolo.php?articolo_id=52564