Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Celiachia – Via libera delle Regioni a requisiti presidi sanitari che effettuano diagnosi

“Previste due tipologie di centri: quelli accreditati (circa 250) e quelli di terzo livello (due per Regione, uno per adulti e uno per bambini). Come saranno prestazioni e servizi, competenze e formazione del personale. Il follow up, se non ci sono complicazioni, spetta a Mmg e Pls. IL TESTO DELL’ACCORDO

06 LUG – Celiachia: due tipologie di presidi per la diagnosi: quelli accreditati e i cosiddetti Centri di terzo livello.

I primi, secondo lo schema di accordo Stato-Regioni la cui approvazione è prevista alla Conferenza di oggi, ma già anticipato su questo giornale,  sono 245. Il calcolo del numero teorico massimo di presidi (adulti + bambini) è stato effettuato sulla base del numero di residenti al 1 gennaio 2016 (dati 1STAT), per c1ascuna Regione/Provincia Autonoma. Su questi è stato calcolato l’1% della popolazione pari alla stima della prevalenza  della celiachia  in Italia e successivamente è stato  calcolato  il  numero   teorico massimo dei presidi, su ogni 500.000 abitanti e per una media di 2.500 pazienti celiaci presunti per centro. Infine, per calcolare il numero teorico massimo di Presidi per adulti e il numero teorico massimo di Presidi per bambini, il numero teorico massimo dei Presidi totali è stato diviso per due; nelle Regioni dove il numero teorico massimo dei Presidi era pari a 1 è stato raddoppiato per avere almeno 1 centro per le diagnosi in età adulta e 1 per l’età pediatrica…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Celiachia. Via libera delle Regioni ai requisiti tecnici, organizzaztivi e professionali dei presidi sanitari che effettuano le diagnosi”, Quotidiano sanità

Tratto dahttp://www.quotidianosanita.it/regioni-e-asl/articolo.php?articolo_id=52389