Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Discinesia tardiva – Trattamento con il nuovo farmaco “Deutetrabenazina” fornisce risultati positivi

“Dopo la recente approvazione da parte dell’FDA della valbenazina, primo e finora unico farmaco per il trattamento della discinesia tardiva (TD) negli adulti, è in fase avanzata di sviluppo una nuova molecola che sta dando risultati molto promettenti: si tratta della deutetrabenazina. I risultati di uno studio mirato a determinarne l’efficacia e la sicurezza è stato appena pubblicato online su “Neurology”

«La discinesia tardiva (TD) è un disturbo di movimento causato dall’esposizione ad antagonisti del recettore della dopamina (DRA), inclusi gli antipsicotici tipici e atipici, gli antiemetici e la metoclopramide» ricordano gli autori, coordinati da Hubert H. Fernandez, del Centro di Recupero Clinico della Cleveland Clinic, in Ohio.

La TD può influenzare qualsiasi parte del corpo e essere debilitante, spiegano. Interessa tipicamente i movimenti della lingua e della masticazione, con schioccamenti delle labbra, ma non risparmia neanche il tronco e gli arti interferendo a volte con la deambulazione, l’eloquio e la respirazione. Una quota compresa all’incirca tra il 20% e il 50% dei pazienti che ricevono antipsicotici sviluppano TD.

«La fisiopatologia della TD è sconosciuta, ma l’upregulation e la sensibilizzazione dei recettori D2 dopo un blocco prolungato possono contribuire alla sua insorgenza» aggiungono. Dosi elevate di farmaci e il trattamento prolungato aumentano la probabilità di comparsa della sindrome.

Nonostante siano stati studiati vari trattamenti off-label per la gestione di TD (è recente, come accennato, l’approvazione da parte dell’FDA della valbenazina), secondo Fernandez e colleghi rimane un significativo ‘unmeet need’ per un’opzione di trattamento tollerabile ed efficace che consenta la continuazione dell’uso concomitante di DRA per le comorbilità sottostanti…”

Per continuare  a leggere la news originale:

Fonte: “Deutetrabenazina, nuovo farmaco in sviluppo per il trattamento della discinesia tardiva: risultati positivi”, PHARMASTAR

Tratto dahttp://www.pharmastar.it/news/neuro/deutetrabenazina-nuovo-farmaco-in-sviluppo-per-il-trattamento-della-discinesia-tardiva-risultati-positivi-23952