a

Il Comitato I Malati Invisibili ONLUS è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Sclerosi multipla (SM) primariamente progressiva (SMPP) – Ridotto rischio di dipendenza da sedia a rotelle con terapie modificanti la malattia (DMT)

Nei pazienti con sclerosi multipla (SM) primariamente progressiva (SMPP) che manifestano attività infiammatoria persistente, le terapie modificanti la malattia (DMT) sono state collegate a un rischio ridotto di diventare dipendenti dalla sedia a rotelle, secondo uno studio pubblicato online su “JAMA Neurology”

Studio italiano real-world multicentrico di efficacia
«Sebbene siano disponibili diversi DMT per il trattamento della SM recidivante-remittente (SMRR), nel fenotipo SMPP, a eccezione di ocrelizumab, precedenti studi clinici randomizzati delle attuali DMT autorizzate sono risultati inefficaci» scrivono gli autori, guidati da Emilio Portaccio, del Dipartimento di Neuroscienze, Psicologia, Farmacologia e Salute dei bambini presso l’Università di Firenze.

Portaccio e colleghi hanno cercato di studiare l’efficacia delle DMT sul rischio di diventare dipendenti dalla sedia a rotelle (wheelchair) in una popolazione real-world di pazienti con SMPP conducendo uno studio di efficacia multicentrico, osservazionale, retrospettivo e comparativo.

Dati ricavati dal registro nazionale della sclerosi multipla 
I ricercatori hanno ottenuto i dati dal registro italiano SM nel novembre 2018 e li hanno analizzati da giugno a dicembre 2021. Da una coorte iniziale di 3.298 pazienti con SMPP, sono stati inclusi 665 partecipanti (età media: 43,0 anni; 55% donne) e hanno avuto disponibilità di almeno 3 anni di valutazioni EDSS (Expanded Disability Status Scale) e 3 anni di follow-up…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “SM progressiva primaria, ridotto rischio di dipendenza da sedia a rotelle da terapie modificanti la malattia”, PHARMASTAR

Tratto da: https://www.pharmastar.it/news//neuro/sm-progressiva-primaria-ridotto-rischio-di-dipendenza-da-sedia-a-rotelle-da-terapie-modificanti-la-malattia-39048/