a

Il Comitato I Malati Invisibili ONLUS è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Anomalie vascolari, Bambino Gesù – Approvate dal Ministero della Salute le nuove linee guida elaborate da Sisav con il contributo degli specialisti dell’ospedale

A Roma l’VIII congresso dedicato ai tumori e alle malformazioni vascolari

Roma – Sono 3 mila i bambini di tutte le regioni italiane che ogni anno arrivano al Bambino Gesù per trovare diagnosi e cura per le anomalie vascolari. Si tratta di patologie per lo più rare, molto complesse, che coinvolgono numerosi organi e apparati e per questo necessitano di un approccio multidisciplinare.

La Società Italiana per lo Studio delle Anomalie Vascolari (SISAV) ha aggiornato le Linee guida elaborate nel 2015 che sono ad oggi le uniche esistenti in letteratura. La nuova versione ha ricevuto l’approvazione del Ministero della Salute. Nella sede di S. Paolo del Bambino Gesù (Auditorium “Valerio Nobili”) si è tenuto nei giorni scorsi l’VIII Congresso internazionale della Società Italiana per lo Studio delle Anomalie Vascolari (SISAV) dedicato ai tumori e alle malformazioni vascolari.

È difficile stimare quanti bambini o minori in Italia siano affetti da anomalie vascolari, perché non esiste un registro nazionale per questo tipo di patologie, anche a causa del loro carattere ampio ed eterogeneo. Nel 2014 la Società Internazionale per lo Studio delle Anomalie Vascolari, ISSVA (International Society for the Study of Vascular Anomalies) ha pubblicato una nuova classificazione delle anomalie vascolari suddividendole in tumori vascolari e malformazioni vascolari.

Al Bambino Gesù funziona un Centro coordinato dall’Unità complessa di Dermatologia che raggruppa specialisti di varie discipline – dermatologi, chirurghi plastici, chirurghi vascolari, anatomo patologi, pediatri, radiologi, radiologi interventisti – con la possibilità, inoltre, di effettuare diagnosi presso il laboratorio di genetica. Dei circa 3 mila bambini che arrivano ogni anno da tutte le regioni italiane, un terzo è al primo accesso. Il modello organizzativo offerto dall’ospedale (Centro di riferimento per la Regione Lazio e membro del network europeo specifico) con un approccio multidisciplinare e la presa in carico globale del bambino, oltre a facilitare le famiglie, offre la cura più adeguata al paziente potendo gli specialisti discutere congiuntamente il caso…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Anomalie vascolari, 3.000 bambini da tutta Italia seguiti all’ospedale Bambino Gesù”, insalutenews

Tratto da: https://www.insalutenews.it/in-salute/anomalie-vascolari-3-000-bambini-da-tutta-italia-seguiti-allospedale-bambino-gesu/