a

Il Comitato I Malati Invisibili ONLUS è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Adenocarcinoma polmonare – Scoperti 4 sottotipi molecolari con diverse sensibilità al trattamento immunoterapico

Studio dell’IRCCS Istituto Regina Elena pubblicato su Journal of Thoracic Oncology. Prof. Gennaro Ciliberto: “L’uso sempre più frequente di test genomici ci permette di decifrare delle alterazioni molecolari che nascondono un profondo significato clinico e indirizzano verso percorsi terapeutici ad hoc”

Roma – Un team multidisciplinare dell’IRCCS Istituto Nazionale Tumori Regina Elena, coordinato da Marcello Maugeri-Saccà, oncologo medico e ricercatore presso l’Oncologia Medica 2, ha svolto uno studio che individua quattro sottotipi molecolari di adenocarcinoma polmonare, con diverse sensibilità al trattamento immunoterapico.

Il lavoro è stato pubblicato sul prestigioso Journal of Thoracic Oncology (la rivista ufficiale dell’International Association for the Study of Lung Cancer, IASLC). Partendo dai profili mutazionali, passando per i concetti di evoluzione neoplastica, epigenetica, eterogeneità tumorale e sottotipi immunologici, Maugeri-Saccà e colleghi, con questo studio, indirizzano a terapie sempre più ottimali, “tagliate e cucite” addosso al singolo soggetto.

La ricerca sfrutta la presenza o l’assenza di alterazioni molecolari in due dei geni più frequentemente alterati nell’adenocarcinoma polmonare, ovvero KEAP1 e TP53, per esplorare diversi tratti che differenziano o accomunano questi sottogruppi di neoplasie.

“Nello specifico – spiega Maugeri Saccà – i pazienti affetti da adenocarcinoma polmonare con mutazione in KEAP1 e senza mutazioni in TP53 sono quelli che beneficiano di meno del trattamento immunoterapico, essendo anche caratterizzati da un profilo immunologico “deserto”. D’altro canto, i pazienti che non presentano mutazioni in KEAP1 e TP53 hanno ottimi risultati con il trattamento immunoterapico, denotando anche un profilo immuno-biologico favorevole a tale trattamento. Per ultimo, i pazienti portatori di mutazioni di TP53, senza e con mutazioni di KEAP1, hanno risultati intermedi”.

Sono stati circa 41.000 i nuovi casi di tumore del polmone nel 2020 in Italia (dati AIRTUM). Il tumore polmonare non a piccole cellule, di cui fa parte l’adenocarcinoma, costituisce l’85% dei casi.

“L’immunoterapia con inibitori di PD-1/PD-L1 è attualmente uno dei cardini del trattamento dei tumori polmonari metastatici – evidenzia Federico Cappuzzo, Direttore della Oncologia Medica 2…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Adenocarcinoma polmonare, scoperti 4 sottotipi molecolari che indirizzano verso terapie sempre più personalizzate”, insalutenews

Tratto da: https://www.insalutenews.it/in-salute/adenocarcinoma-polmonare-scoperti-4-sottotipi-molecolari-che-indirizzano-verso-terapie-sempre-piu-personalizzate/