Il Comitato I Malati Invisibili è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

16129 Genova (IT)

Herpes Zoster – La posizione delle Società scientifiche sul nuovo vaccino per prevenirlo

Gli esperti di Società Italiana di Igiene (SItI), Società Italiana di Pediatria (SIP), Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) e Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (FIMMG) si esprimono sul nuovo vaccino RZV per prevenire l’Herpes Zoster

Roma – In attesa di predisporre l’aggiornamento biennale delle raccomandazioni su tutti i vaccini il cui utilizzo nei gruppi target è sostenuto dalle evidenze scientifiche, il Board del Calendario per la Vita ha ritenuto opportuno predisporre la propria posizione in merito alla novità rappresentata dalla disponibilità, anche nel mercato italiano, di un nuovo vaccino contro l’Herpes Zoster. Il vaccino (RZV), prodotto con tecniche di DNA ricombinante, si aggiunge al già presente ZVL, costituito da virus vivo attenuato.

La Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI) con il Presidente dott. Antonio Ferro, la Società Italiana di Pediatria (SIP) con il Presidente Alberto Villani, la Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) con il Presidente Paolo Biasci, la Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (FIMMG) con il Segretario Silvestro Scotti, rappresentano il Board del Calendario per la Vita, coordinato dal prof. Paolo Bonanni.

Il vaccino ricombinante RZV, da quest’anno disponibile, è indicato per la prevenzione dell’Herpes Zoster (HZ) e della Nevralgia Post-Erpetica (NPE) in soggetti di età pari o superiore a 50 anni ed in soggetti di età pari o superiore a 18 anni ad aumentato rischio di malattia. Viene somministrato in due dosi con un intervallo di 2-6 mesi, può essere somministrato in concomitanza con il vaccino antinfluenzale stagionale inattivato non adiuvato, con il vaccino antipneumococcico polisaccaridico 23-valente e con il vaccino difterico, tetanico e pertossico acellulare (dTpa) a contenuto antigenico ridotto.

Il vaccino ZVL, invece, è indicato per l’immunizzazione di soggetti a partire dai 50 anni d’età, necessita di una sola dose e può essere somministrato in concomitanza con il vaccino influenzale inattivato con iniezioni separate ed in siti diversi di iniezione…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Nuovo vaccino contro l’Herpes Zoster. La posizione delle Società scientifiche”, insalutenews

Tratto da: https://www.insalutenews.it/in-salute/nuovo-vaccino-contro-lherpes-zoster-la-posizione-delle-societa-scientifiche/