a

Il Comitato I Malati Invisibili ONLUS è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Anziani

Parkinson – Passi avanti per terapie personalizzate

"“È una scoperta che ci consentirà di eseguire terapie flessibili”, così il prof. Alberto Mazzoni, autore di uno studio pubblicato su Brain Stimulation Pisa – Attualmente la terapia più efficace per combattere i sintomi motori del Parkinson in pazienti in stadio avanzato è la Stimolazione Celebrale Profonda...

Maculopatie – Malattie che non possono “attendere”

"Tante le criticità, dal sistema di cure con accessi frammentati, diversi attori e differenti approcci, a una scarsa disponibilità di dati a livello epidemiologico ed economico, fino a ritardi tra prima diagnosi e inizio del trattamento farmacologico che possono portare a danni irreversibili alla vista...

Demenza – L’indice di età del cervello ne è un biomarker

"di Anne Harding Un team di ricercatori del Massachussets General Hospital di Boston ha usato l’apprendimento automatico per analizzare oltre 5.000 polisonnografie. Dallo studio è emerso che il BAI- una dell’età del cervello in relazione all’età anagrafica – si correlava significativamente a demenza (Reuters Health) – L’ indice...

Microbiota intestinale – E’ stata dimostrata la correlazione con il decadimento delle funzioni cognitive legato all’invecchiamento

"I risultati della ricerca internazionale coordinata dall’Ateneo fiorentino, in collaborazione con le Università di Milano e di Siena, la University of East Anglia, l’Ateneo di Nottingham e il Quadram Institute Bioscience di Norwich Firenze, 2 ottobre 2020 – La modificazione delle specie batteriche del microbiota intestinale,...

Anziani e Rsa – Federazione delle professioni infermieristiche (Fnopi): “Pronti a disegnare un nuovo modello per l’assistenza basato su cinque punti”

"Appello al ministro per una riforma urgente condivisa con tutti gli stakeholder. Secondo i dati Iss servono almeno 29.700 professionisti. Questi i cinque punti del nuovo modello proposto dalla Fnopi: rapporto adeguato infermieri/pazienti, riconoscimento di una chiara leadership di direzione, personale di supporto con formazione...