a

Il Comitato I Malati Invisibili ONLUS è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Author: Alessia Massaccesi

Nuove fondazioni mediche nel panorama delle malattie rare

Questo rapporto, pubblicato in EMBO Molecular Medicine, descrive il funzionamento delle fondazioni mediche nel campo delle malattie rare. L’accento viene posto su un nuovo modello per lo sviluppo di trattamenti promosso dalla Children’s Tumor Foundation (CTF). L’articolo spiega come instaurare legami con ricercatori e aziende biotecnologiche...

I diversi tipi di cellule staminali, le ‘cellule bambine’

Le cellule staminali sono cellule “bambine”, ossia cellule che si trovano all’inizio del loro sviluppo che sono in grado di seguire diverse strade nella loro maturazione, specializzandosi per diventare i mattoni che costituiscono diversi organi o tessuti, come sangue, fegato, pelle o cervello. Cellule con questa...

Nel 2018 celebreremo il decimo anniversario della Expert Patient and Researcher EURORDIS Summer School (Corso estivo di Eurordis per pazienti e ricercatori esperti)!

Saranno selezionati 50 partecipanti che potranno partecipare al corso di formazione che si terrà a Barcellona dall’11 al 15 giugno, unendosi agli oltre 400 partecipanti provenienti da più di 40 Paesi, in rappresentanza di oltre 70 malattie rare, che hanno già partecipato alla formazione erogata...

Tumore ovaio – L’80% delle diagnosi in fase avanzata

"Nel corso della seconda giornata del congresso Aiom un focus dedicato ad una malattia femminile insidiosa. Carmine Pinto: “E’ necessario definire i percorsi all’interno delle reti regionali”. “E’ una neoplasia che presenta tassi di recidiva alti – spiega Nicoletta Colombo dello Ieo Milano –. E in...

Epatite C – Nuovi dati dal Liver Meeting americano

"Il simeprevir associato a un inibitore dell'NS5B (AL-335) e a un inibitore dell'NS5A (odalasvir) ha permesso il raggiungimento della risposta virologica sostenuta nella maggior parte dei pazienti trattati per 6 o 8 settimane. E' quanto presentato durante il congresso americano di gastroenterologia, The Liver Meeting 2017,...