a

Il Comitato I Malati Invisibili ONLUS è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Artrite reumatoide – In studio di fase 1 appaiono promettenti i dati sulla proliferazione dei fibroblasti sinoviali

L’inibizione della proliferazione dei fibroblasti sinoviali è un possibile target per il trattamento dell’artrite reumatoide (AR). Uno studio di fase 1-2 ha stabilito la massima dose tollerata di seliciclib, un inibitore orale di chinasi ciclina-dipendente in pazienti con AR attiva nonostante il trattamento in corso con farmaci anti-TNF, studiando la farmacocinetica e dimostrandone la sicurezza d’impiego. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista The Lancet Rheumatology

Razionale dello studio
L’infiammazione cronica e associate a dolore, l’ipertrofia sinoviale e il deterioramento strutturale e funzionale associati delle articolazioni periferiche rappresentato i tratti distintivi dell’AR, che rendono conto della disabilità, della perdita di produttività al lavoro e della mortalità indotti da una condizione clinica che ha una prevalenza globale stimata in 20 milioni di individui.

Nel corso degli ultimi anni abbiamo assistito ad una rivoluzione nella gestione di questa condizione, riflesso sia della presa d’atto che una soppressione tempestiva ed accurata della infiammazione migliori gli outcome che della disponibilità di nuove opzioni terapeutiche aventi come target le cellule del sistema immunitario o i meccanismi di trasduzione cellulare delle citochine.

Tali farmaci presentano pattern di efficacia sovrapponibili, indipendentemente dal target specifico.

Ciò detto, “…La mancata risposta alla terapia – scrivono i ricercatori nell’introduzione allo studio – è presente in un paziente su tre (…). Inoltre, alcuni pazienti con malattia refrattaria presentano tumefazioni articolari clinicamente legate a sinovite, mentre i referti ecografici suggeriscono una patogenesi non infiammatoria di queste sinoviti”…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Artrite reumatoide, promettenti in fase 1 dati su inibizione proliferazione fibroblasti sinoviali”, PHARMASTAR

Tratto da: https://www.pharmastar.it/news//orto-reuma/artrite-reumatoide-promettenti-in-fase-1-dati-su-inibizione-proliferazione-fibroblasti-sinoviali-34968