a

Il Comitato I Malati Invisibili ONLUS è presente e attivo nel territorio nazionale da aprile 2014.

(+39) 000 0000 000

info@imalatiinvisibili.it
Via Monte Suello 1/12a – 16129 Genova (IT)

Salva

Articoli recenti

CF 95173870106

info@imalatiinvisibili.it

Via Monte Suello 1/12A

16129 Genova (IT)

Asma grave – I pazienti che arrivano in pronto soccorso non vanno lasciati soli

Per avere una fotografia fedele del setting del paziente con asma grave nel suo percorso di accesso, presa in carico e dimissione dal Pronto Soccorso nel nostro Paese la testata Italian Health Policy Brief ha sviluppato la ricerca qualitativa “Asma grave – disease management and patient flow in pronto soccorso” La ricerca è stata presentata” giovedì 7 “a Milano

L’asma grave è una patologia fortemente invalidante che rimane spesso a lungo priva di un corretto inquadramento diagnostico. La European Respiratory Society (ERS) la descrive come un tipo di Asma che richiede un alto livello di trattamento per evitare che vada fuori controllo o come un tipo di asma fuori controllo nonostante l’alto livello di trattamento. in italia l’incidenza dell’asma è pari al 4,5% della popolazione, ossia circa 2,8 milioni di persone; l’asma grave invece riguarda circa il 5-10% della popolazione complessiva di asmatici.

“L’emersione della patologia è un problema rilevante ed il ritardo diagnostico comporta negative ripercussioni cliniche ed incremento di costi sociali ed economici tra cui perdita di giornate lavorative, frequenti riacutizzazioni, ripetuti accessi al Pronto Soccorso” è la considerazione sulle criticità offerte della patologia proposta da Fausto De Michele, Direttore della Pneumologia dell’ospedale Cardarelli di Napoli, “La disponibilità di nuove opzioni terapeutiche costituisce oggi una opportunità che bisogna garantire ai pazienti all’interno di un appropriato percorso diagnostico terapeutico. L’identificazione del paziente e la sua fenotipizzazione è prerogativa di Centri specialistici, ma l’accesso a tali centri può essere favorito dalla identificazione del sospetto clinico che si può generare, sia nel setting della Medicina Generale che nel setting del PS in caso di accessi per crisi di Asma”.

Per giungere ad offrire una fotografia fedele del setting del paziente con asma grave nel suo percorso di accesso, presa in carico e dimissione dal Pronto Soccorso nel nostro Paese la testata Italian Health Policy Brief (periodico di informazione e di dibattito sulle politiche sanitarie edito da Altis-Ops) ha sviluppato la ricerca qualitativa “Asma grave – disease management and patient flow in pronto soccorso”, una survey basata su interviste face to face realizzate con 71 medici di Pronto Soccorso di tutto il territorio nazionale (24 in ospedali con PS semplice; 27 interviste con DEA di 1° Livello; 20 interviste con DEA di secondo livello).

Nella ricerca Ihpb-Altis emerge una grande variabilità nei modelli di gestione del paziente con asma grave: meno della metà dei PS (48%) ha definito un protocollo interno per la gestione del paziente con Asma Grave, solo il 38% ha definito un protocollo per il follow up e meno di un terzo degli ospedali (29%) ha un team multidisciplinare per il setting completo del paziente…”

Per continuare a leggere la news originale:

Fonte: “Asma grave, non lasciare soli i pazienti che arrivano in pronto soccorso”, PHARMASTAR

Tratto da: https://www.pharmastar.it/news/pneumo/asma-grave-non-lasciare-soli-i-pazienti-che-arrivano-in-pronto-soccorso-30695